GLI ABITANTI

 

La Polveriera si sviluppa su due strutture distinte, unite da un grande cortile centrale. Gli ampi spazi sono abitati da realtà differenti, che ogni giorno intrecciano i loro vissuti e scrivono nuove storie fatte di contatti, scambi e incontri.

Ecco chi potete trovare in Polveriera:

Mappa PolverieraIl Bar-Ristorante

CHIACCHIERE E CUCINA

A sinistra del cortile, si può scoprire il Bar Ristorante Chiacchiere e Cucina. Un luogo di ritrovo aperto alle persone: elemento fondamentale per il progetto della Polveriera nel suo complesso.

Abbiamo pensato questo spazio come una piazza dove accogliere i visitatori e gli ospiti. Qui si può prendere un caffè ascoltando buona musica, pranzare gustando prodotti sempre freschi e biologici e lavorare comodi sul proprio PC con vista sul cortile. Chiacchiere e Cucina è un intreccio di storie, cultura e buona vita. Il progetto è nato grazie dalla cooperativa sociale Elfo, che ogni giorni porta tra i tavoli del ristorante i propri operai e giardinieri per una rigenerante pausa pranzo.

Il Consorzio in Polveriera

OSCAR ROMERO

Tra le scrivanie del grande open space, si trova anche Oscar Romero, il primo consorzio sociale nato in provincia di Reggio Emilia. Oggi il consorzio ha sede qui in Polveriera, perché è stato il primo promotore del progetto nel 2010, individuandone già allora le grandi potenzialità oggi visibili a tutti.

Oscar Romero conta oggi dodici cooperative sociali al suo interno, che operano ogni giorno nei campi dell’educazione, dell’assistenza e cura e dell’inserimento lavorativo. Fondamentale per il consorzio è orientare il lavoro delle proprie cooperative all’innovazione e allo sviluppo, incentivando l’attivazione di nuovi servizi e individuando modi diversi di stare sul territorio.

La Bottega

K-LAB STORIE DI INCONTRI

La Bottega in Polveriera è un punto vendita di K-Lab Storie di Incontri, collettivo che pensa e produce oggetti di design, attraverso l’incontro tra creativi, imprenditori e persone fragili, riconoscendo loro valore e capacità, dando dignità al talento di ognuno.

Passare dalla Bottega in Polveriera e scegliere di acquistare un oggetto K-Lab significa fare una scelta di cuore, per affermare insieme i valori che ci accomunano, tra etica ed estetica, creatività e bellezza.

Il Laboratorio

SEW LAB

Sew lab nasce come una tappa all’interno del progetto Rosemary, progetto del comune di Reggio Emilia volto al recupero e al reinserimento sociale delle donne vittime di tratta. Lo scopo del laboratorio di cucito, che ha sede qui in Polveriera, è quello di insegnare i rudimenti del mestiere di sarta.

L’impegno per un lavoro, all’interno di ambiente sicuro e protetto, mira a dare conforto e speranza: il primo passo per accompagnare le donne verso una vita libera. Nel laboratorio si fanno piccole riparazioni, si creano indumenti e accessori ad uso personale e si producono oggetti di design con materiali di recupero, in vendita presso i negozi K-Lab.

Il centro socio-occupazionale

NESSUNO ESCLUSO

Tra i tavoli bianchi e i comodi divanetti, a pochi passi dal Bar-Ristorante, si ritrovano i ragazzi di Nessuno Escluso, servizio della cooperativa sociale L’Ovile che accoglie ogni giorno una trentina di persone con disabilità. L’obiettivo del progetto è quello di sviluppare l’autonomia e l’inclusione, partendo dalle esigenze e dai desideri di ciascuno. Nello spazio ricreativo, infatti, si opera nel rispetto e nella cura dei ragazzi, seguendo ogni percorso personale con attenzioni e tempistiche diverse. Attraverso la partecipazione ad attività di carattere socio-occupazionale e terapeutico-riabilitativo, si potenziano, mantengono e riattivano capacità e competenze personali utili all’assunzione di ruoli ed identità adulta. Le attività, sempre inserite in una dimensione di gruppo, sono un mezzo per arrivare ad imparare a prendersi cura di sé e a stare bene con gli altri.

Il Centro Diurno

CORESS – IL PICCOLO PRINCIPE

Al piano terra della struttura a destra del cortile, si trova il Centro Diurno della cooperativa sociale Coress – Il piccolo principe che offre ospitalità e assistenza continuativa a una ventina di persone con disabilità. Il Servizio ha come obiettivo principale il potenziamento dei livelli di autonomia dei soggetti, facendo leva sulle risorse di cui sono dotati in un’ottica di miglioramento della qualità di vita del singolo, favorendo quindi il benessere psico-fisico e l’autonomia.

Il punto di forza di questo centro è l’integrazione con il territorio e le possibilità offerte dalla posizione centrale, a pochi passi dal cuore della città. Il centro diurno in Polveriera, infatti, non è un luogo chiuso, ma uno spazio aperto ai cittadini e alle loro esigenze. Un luogo di ritrovo, dove tutte le attività si amalgamo alla vita quotidiana nel centro.

Il Centro Residenziale

CORESS – IL PICCOLO PRINCIPE

Il Centro Residenziale in Polveriera è una grande casa calda e accogliente, dove abitano insieme una decina di persone con disabilità, che condividono ogni giorno la quotidianità. È un centro atipico, perché non è chiuso in sé stesso o ai margini della città, ma è inserito in una piazza viva e dinamica: la Polveriera. Tutte le attività del centro sono, infatti, volte alla costruzione di relazioni con l’esterno, con altre realtà e cooperative, allo scopo di migliorare il più possibile le condizioni di vita e di autonomia di chi vive nella casa. Ed è proprio su questo aspetto che lavorano ogni giorno gli operatori del centro: sul capire quali possono essere le autonomie da potenziare, secondo le possibilità e i tempi di ognuno.  

L’Agenzia per il lavoro

WINNER MESTIERI

Winner Mestieri è un’agenzia per il lavoro che opera sul territorio nazionale come interlocutore specializzato nell’erogazione di servizi di orientamento, selezione, accompagnamento professionale e tutoraggio di persone con problematiche di marginalità sociale e difficoltà ad inserirsi autonomamente nel mercato del lavoro.

Opera in stretta sinergia con il Consorzio Oscar Romero e con una rete di consorzi di comunità che sviluppano servizi nei processi di integrazione per i lavoratori più fragili. La cooperativa è in grado di fornire servizi per la selezione del personale e di sensibilizzazione sui temi dell’inclusione sociale e della responsabilità d’impresa.

Lo sportello attivo qui in Polveriera fornisce assistenza e accompagnamento, per garantire opportunità e supporto nella ricerca del lavoro.

Il servizio di mediazione linguistico culturale

DIMORA D’ABRAMO

Il servizio di mediazione linguistico culturale ed interculturale della cooperativa sociale Dimora d’Abramo offre i prodotti di interpretariato linguistico e sostegno alla comprensione interculturale attraverso interventi di mediazione ai servizi sociali del territorio provinciale (Reggio Emilia, Unione Val d’Enza, Unione Terre di Mezzo, Unione Colline Matildiche) ed in alcune scuole ed istituti comprensivi del territorio provinciale di Reggio Emilia. Inoltre, il servizio offre interventi presso i servizi sanitari ospedalieri e i servizi socio-sanitari della provincia di Parma e Fidenza. L’equipe di lavoro è composta da un Coordinatore, due Referenti operative di area (servizi sanitari e servizi sociali, educativi e formativi) e circa quarantacinque Mediatori di diversa provenienza culturale e linguistica. L’ufficio presente in polveriera è il luogo di progettazione e programmazione quotidiana delle attività del servizio e di confronto sui prodotti offerti attraverso incontri di equipe.

Il Progetto Rifugiati SPRAR del Comune di Reggio Emilia

DIMORA D’ABRAMO

Il Progetto Richiedenti Asilo e Rifugiati vede come ente capofila il Comune di Reggio Emilia e come ente gestore la Cooperativa Dimora d’Abramo. Il Progetto, finanziato dal Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo (FNPSA) dal 2009, rientra nel Sistema di Protezione dei Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) che unisce, a livello nazionale, i progetti di accoglienza territoriali. Il Progetto consta di tre servizi in forma integrata accoglienza, tutela e integrazione di cui possono beneficiare 58 persone richiedenti protezione internazionale, titolari di protezione internazionale o sussidiaria inviate dal Servizio Centrale o da servizi del territorio aderenti al Progetto.
L’équipe multidisciplinare è composta da un coordinatore, due operatori di accoglienza, due operatori legali, due operatori  per l’integrazione e altre figure professionali di supporto quali lo psicologo e  i docenti di lingua italiana per stranieri.

Cuore di Maglia

Cuore di Maglia è un’associazione di volontariato che confeziona a mano copertine, sacchi nanna, cappellini e scarpine da regalare ai bambini nati prematuri e ricoverati in Terapia Intensiva neonatale.
Questo progetto è un sentiero che porta a qualcosa di bello, che accarezza e avvolge cuori nuovissimi e scalda piedini che faranno tanta strada.
Per partecipare bastano gomitoli di lana, ferri e tanta voglia di stare insieme e di condividere esperienze. Tutti posso lavorare a maglia e realizzare qualcosa di prezioso per bambini che hanno avuto fretta di nascere.

La Collina

La nostra piazza ospita settimanalmente un mercato ricco di prodotti freschi e naturali.
La Collina è un’azienda agricola che coltiva e alleva con metodo biologico e biodinamico una vasta gamma di prodotti quali ortaggi freschi, frutta, cereali, vini, farine, pasta, passata e polpa di pomodoro.
Oltre all’attività agricola svolge un programma di recupero per ragazzi con problemi di dipendenza patologica.

La Collina si propone di promuovere e sviluppare una tecnica agricola rispettosa dell’ambiente e della terra, coscienti che “l’ecosistema” è un grande organismo vivente, della cui vita l’uomo è responsabile.

S.I.L.

DIMORA D’ABRAMO

S.I.L. Servizio Integrazione Lavorativa

Siamo un’ equipe  formata da figure educative professionali che operano con passione nell’area della disabilità adulta. Abitiamo in Polveriera, in uno spazio aperto, luminoso e vivo, quotidianamente  a contatto con tante realtà con cui collaboriamo attivamente.

Il SIL si occupa di progettare ed  attivare percorsi ed Attività Inclusive.

Il nostro team, attraverso l’ascolto e la conoscenza della Persona, organizza e predispone percorsi occupazionali ed inclusivi in contesti profit e no-profit della città, cercando di valorizzare il più possibile la personalità, le caratteristiche e le capacità  di ciascuno.

Seguiamo oltre trecento persone, la cui presa in carico avviene attraverso il Servizio Handicap Adulto, tramite tre tipologie di percorsi:

Osservazione Scolastica, Progetti Collettivi e Attività Inclusive Individuali.

Come in una sorta di palestra quotidiana, il nostro obiettivo è quello di allenare a misurarsi con le piccole e grandi sfide di tutti i giorni, per poter vivere esperienze che possano rinforzare capacità, competenze, autostima per concorrere a conquistare il benessere della PERSONA.

Semiliberi

L’OVILE

Un progetto della cooperativa sociale L’Ovile, in collaborazione con l’amministrazione penitenziaria di Reggio Emilia, SemiLiberi si occupa del reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti e si articola in tre direzioni:

SemiLiberi Falegnameria: l’attività è nata con il ripristino di tavoli da esposizione per un’importante azienda locale. Oggi, grazie all’incontro con K-Lab, produce anche mobili, arredamento e oggettistica di design. Una parte degli arredi del nostro Bar-Ristorante e degli uffici in Polveriera sono stati realizzati presso il carcere, così come alcuni degli oggetti in vendita presso il negozio K-Lab.

SemiLiberi Agricolo: vede la coltivazione da parte dei detenuti a fine pena, di tre ettari di terreno all’interno del carcere.

SemiLiberi Cucina: laboratorio che produce salse e confetture utilizzando i prodotti dell’orto.

SemiLiberi è presente in Polveriera nella nostra piazza tutti i lunedì con un banco di frutta, verdura e tanti altri prodotti genuini.

Un’ora per me

SENTIERO FACILE

Spazio di ascolto, scambio di esperienze di vita, aperto a tutti i cittadini e in particolare alle persone in difficoltà. Il disagio emotivo e la solitudine possono rendere faticosa la vita di ogni giorno. Il punto d’ascolto offre momenti in cui ciascuno possa sentirsi libero di esprimersi e capito.

Bastano piccole attenzioni per fare la differenza, non sentirsi soli o emarginati aiuta a recuperare fiducia e a dare una svolta.

Un’ora per me aiuta a trovare il coraggio di credere nel cambiamento.
Il servizio è offerto gratuitamente da Sentiero Facile, Associazione di Promozione Sociale che valorizza il contributo di chi ha fatto esperienza di disagio psicosociale e ha trasformato il suo percorso di ripresa in un’opportunità di aiuto per gli altri.

 

SalvaSalva