aprile 24, 2017

Fotografia Europea 5-6-7 maggio 2017, Off #fe2017 — La Polveriera

5, 6 e 7 MAGGIO 2017, GIORNATE INAUGURALI
FOTOGRAFIA EUROPEA – Reggio Emilia

La Polveriera, un luogo di vita nel cuore di Reggio Emilia, un progetto – voluto e implementato dal Consorzio Oscar Romero e dalle cooperative sociali Co.Re.s.s., L’Ovile, Elfo, Dimora d’Abramo, Anemos, Nuovo Raccolto, insieme ad altre imprese, associazioni ed enti del territorio – che è un sogno, un’opportunità di rigenerare la città, un luogo di incontro e aggregazione, un laboratorio attivo di cultura sociale, dove trovano spazio etica, innovazione sociale, tempo e rispetto per la qualità della vita.

MOSTRE

Time capsules di Marcello Donadelli (vincitore OFF 2016)
Les sons de la Terre di Fabrizio Fontanelli
Sarà ieri? a cura del Circolo degli Artisti
“Reggio Emilia e le sue genti” di Vincenzo Cirillo e Sandrine Girardot
“Libere Donne” di Nicolò Degl’Incerti Tocci
“Migrare, Ricordare, Condividere” a cura di Dimora d’Abramo
“CoiNvolti” a cura de L’Ovile & Nessuno Escluso

WORKSHOP

DOMENICA 7 MAGGIO 2017
• (Ore 10,30 – 12,30) Workshop di fotografia espressiva
a cura di Chiara Sicuriello, in collaborazione con AKOS
• (Ore 15,00 – 17,30) Workshop sulla composizione fotografica
“L’armonia e la comunicazione dell’immagine” a cura di Riccardo Varini

CONCERTI

• VE 5/05 PMI Big Band (PROFESSIONAL MUSIC INSTITUTE) + Dj TipoFranco
• SA 6/05 DUMBO GETS MAD + Dj N2B
• DO 7/05 TOBJAH ☮ (C+C=Maxigross)

 

MOSTRE

Time capsules di Marcello Donadelli (vincitore OFF 2016)


Les sons de la Terre di Fabrizio Fontanelli


“Sarà ieri?” a cura del Circolo degli Artisti


“Reggio Emilia e le sue genti” di Vincenzo Cirillo e Sandrine Girardot


“Libere Donne” di Nicolò Degl’Incerti Tocci


“Migrare, Ricordare, Condividere” a cura di Dimora d’Abramo


“CoiNvolti” a cura de L’Ovile & Nessuno Escluso

WORKSHOP

DOMENICA 7 MAGGIO 2017
• (Ore 10,30 – 12,30) Workshop di fotografia espressiva
a cura di Chiara Sicuriello, in collaborazione con AKOS

WORKSHOP

DOMENICA 7 MAGGIO 2017
• (Ore 15,00 – 17,30) Workshop sulla composizione fotografica
“L’armonia e la comunicazione dell’immagine” a cura di Riccardo Varini

INCONTRI

VENERDÌ 19 MAGGIO 2017, ore 21
Il Linguaggio della Fotografia nel Terzo Millenio, a cura del Circolo degli Artisti

CONCERTI

• VE 5/05 PMI Big Band (PROFESSIONAL MUSIC INSTITUTE) + Dj TipoFranco


• SA 6/05 DUMBO GETS MAD + Dj N2B


• DO 7/05 TOBJAH ☮ (C+C=Maxigross)


Giornate inaugurali della dodicesima edizione di FOTOGRAFIA EUROPEA
MAPPE DEL TEMPO. Memoria, archivi, futuro – Circuito OFF

“La nuova edizione di Fotografia Europea si propone di stimolare riflessioni su memoria, archivi e futuro e di articolarle sulla concretezza delle questioni dell’attualità: : strade dimenticate, situazioni minacciate, tentativi di alternative.
Archivio non come luogo chiuso e della conservazione, ma piuttosto archivio come luogo – diffuso – dove trovare le storie e le immagini che possono aiutare a comprendere il presente e a immaginare il futuro.
Elio Grazioli, Walter Guadagnini e Diane Dufour spiegano le valenze e le sfaccettature offerte da questo tema:
“Concentrarsi sugli archivi significa, per noi, interrogarsi sul ruolo che vi svolgono le immagini, e in particolare la fotografia. Ancora una volta: puro documento, registrazione, dato, o interpretazione, espressione, immaginario, trasfigurazione? E ancora una volta: passato, presente o futuro?
Oggi archiviare la fotografia significa spesso archiviare dei files, dei dati immateriali, non più dei rullini o delle stampe; non abbiamo più l’album delle fotografie per archiviare i nostri ricordi, ma la cartella sul desktop, pronta magari ad essere condivisa con decine di migliaia di persone, conosciute e no.
Negli archivi i fotografi trovano stimoli, immagini: l’immagine del passato cambia, estratta dall’archivio, portata nel presente della creazione artistica; il documento diviene invenzione, la storia si trasforma in racconto, più o meno plausibile, o in utopia, più o meno praticabile.
Mappe del tempo significa – aggiungono i curatori – questo potere dell’immagine di essere la carta topografica della memoria e insieme la rappresentazione propositiva del futuro“.

fotografiaeuropea.it